Via Parma 16 - 63100, Ascoli Piceno +393473353773 Orario Ufficio; 9.00 - 18.00

MISE. Finanziamento a fondo perduto alle imprese operanti nei settori del wedding, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di cerimonie e dell’Hotellerie-Restaurant-Catering (HORECA).

    You are currently here!
  • Home
  • Aziende MISE. Finanziamento a fondo perduto alle imprese operanti nei settori del wedding, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di cerimonie e dell’Hotellerie-Restaurant-Catering (HORECA).

MISE. Finanziamento a fondo perduto alle imprese operanti nei settori del wedding, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di cerimonie e dell’Hotellerie-Restaurant-Catering (HORECA).

9 Giugno 2022 wp_7492639 Comments Off
Area Geografica: Italia
Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 23/06/2022
Beneficiari: Micro Impresa, PMI
Settore: Servizi/No Profit, Cultura, Commercio, Artigianato, Agroindustria/Agroalimentare
Spese finanziate: Consulenze/Servizi
Agevolazione: Contributo a fondo perduto

PRATICA DIFFICILE
Pratica complessa, da curare con supporto di un consulente

Descrizione completa del bando

Il presente decreto stabilisce i criteri e le modalita’ per l’erogazione dei contributi alle imprese operanti nei settori del «wedding», dell’intrattenimento e dell’organizzazione di cerimonie e dell’HO.RE.CA., fornendo, a tal fine, le necessarie disposizioni relative alla definizione dei soggetti beneficiari dell’intervento, all’ammontare dell’aiuto concedibile e alle relative modalita’ di erogazione.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare degli aiuti di cui al presente decreto le imprese operanti nei settori del «wedding», dell’intrattenimento, dell’organizzazione di feste e cerimonie e del settore dell’HO.RE.CA., che si trovano in entrambe le seguenti condizioni:

a) nell’anno 2020, hanno subito una riduzione del fatturato non inferiore al 30 (trenta) per cento rispetto al fatturato del 2019. Per le imprese costituite nel corso dell’anno 2019, la riduzione del fatturato, nella medesima misura del 30 (trenta) per cento, e’ rapportata al periodo di attivita’ del 2019 decorrente dalla data di costituzione e iscrizione nel registro delle imprese, prendendo in considerazione il fatturato registrato nel predetto periodo e il fatturato registrato nel corrispondente periodo del 2020;

b) hanno registrato, nel periodo d’imposta 2020, un peggioramento del risultato economico d’esercizio in misura pari o superiore alla percentuale definita con il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze.

 

2. Le imprese, alla data di presentazione dell’istanza, devono inoltre:

a) risultare regolarmente costituite, iscritte e «attive» nel registro delle imprese;

b) operare nei settori indicati di seguito:

b.1) «wedding»: attivita’ riferita ai codici indicati nel decreto, a condizione che l’ammontare dei ricavi del periodo d’imposta 2019 dell’impresa richiedente sia generato, in misura almeno pari al 30 (trenta) per cento, da prodotti o servizi inerenti a matrimoni, feste e cerimonie;

b.2) «intrattenimento e organizzazione di feste e cerimonie»: attivita’ riferita ai codici indicati nel decreto;

b.3) «HO.RE.CA.»: attivita’ riferita ai codici indicati nel decreto;

I codici Ateco sono consultabili ai seguenti link:

https://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/serie_generale/caricaPdf?cdimg=22A0116600100010110001&dgu=2022-02-19&art.dataPubblicazioneGazzetta=2022-02-19&art.codiceRedazionale=22A01166&art.num=1&art.tiposerie=SG

https://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/serie_generale/caricaPdf?cdimg=22A0116600100010110003&dgu=2022-02-19&art.dataPubblicazioneGazzetta=2022-02-19&art.codiceRedazionale=22A01166&art.num=1&art.tiposerie=SG

c) avere sede legale o operativa ubicata sul territorio nazionale;

d) non essere in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali con finalita’ liquidatorie;

e) non essere gia’ in difficolta’ al 31 dicembre 2019. La predetta condizione non si applica alle microimprese e piccole imprese, purche’ risulti rispettato quanto previsto dalla lettera d) e a condizione che le imprese interessate non abbiano ricevuto aiuti per il salvataggio o aiuti per la ristrutturazione.

3. Sono, in ogni caso, escluse dalle agevolazioni di cui al presente decreto le imprese:

 a) destinatarie di sanzioni interdittive;

b) che si trovino in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacita’ a beneficiare di agevolazioni finanziarie pubbliche o comunque a cio’ ostative. 

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaira è pari a euro 60.000.000,00 per l’anno 2021:

 

a) una quota pari a euro 40.000.000 (quaranta milioni) e’ destinata al settore del «wedding»;

b) una quota pari a euro 10.000.000,00 (dieci milioni) e’ destinata al settore, diverso dal «wedding», dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie;

c) una quota pari a euro 10.000.000,00 (dieci milioni) e’ destinata alle imprese operanti nel settore dell’HO.RE.CA.

 

L’aiuto assume la forma del contributo a fondo perduto.

Scadenza

Le domande di contributo potranno essere inviate dal 9 al 23 giugno 2022.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Un nostro consulente ti risponderà il prima possibile​