Via Parma 16 - 63100, Ascoli Piceno +393473353773 Orario Ufficio; 9.00 - 18.00

Azienda XXXXXXX_7

PROGETTO D’INVESTIMENTO E AL CREDITO D’IMPOSTA

  • Project Date: 16 Marzo, 2021
  • Categories: Credito d’imposta per gli investimenti nei comuni del centro Italia colpiti dal sisma a far data dal 24 agosto 2016 (art. 18-quater del decreto-legge n. 8 del 2017)
  • Skills: Industria 4.0, Sviluppo progettuale, Innovazione di processo e di prodotto.
  • Budgets: € 282.144,00
  • Credito D'imposta Ottenuto: Totale agevolazioni: €126.965,00

Azienda XXXXXXX_7

Credito d’imposta 2018-2020 per investimenti nelle aree del cratere sismico 2020

Attività agevolabili

Investimenti effettuati in macchinari, impianti e attrezzature varie tutti nuovi di fabbrica e relativi: alla creazione di un nuovo stabilimento; all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente; alla diversificazione della produzione di uno stabilimento; per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente o per cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

Agevolazioni

Il beneficio consiste nel riconoscimento di un credito d’imposta, da utilizzare in compensazione in dichiarazione dei redditi, la cui misura è differenziata in relazione alle dimensioni aziendali:

  • 45% PMI,
  • 35% Medie Imprese,
  • 25% Grandi Imprese.

Tetto massimo per ciascun progetto d’investimento:

  • 3 milioni per le PMI,
  • 10 milioni per le medie imprese,
  • 15 milioni per le grandi imprese.

Il credito d’imposta è commisurato alla quota del costo complessivo degli investimenti, al lordo degli ammortamenti fiscali dedotti nel periodo d’imposta per beni appartenenti alle medesime categorie di quelli oggetto dell’investimento (macchinari, impianti e attrezzature), con esclusione comunque degli ammortamenti relativi al bene agevolato.

Alle imprese attive nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli, nel settore della pesca e dell’acquacoltura e nel settore della trasformazione e della commercializzazione degli stessi, gli aiuti sono concessi nei limiti e alle condizioni previsti dalla normativa europea in materia di aiuti di Stato nei settori agricolo, forestale, delle zone rurali e ittico.

XXXXXXX COSTRUZIONI s.r.l. è un’impresa edile Marchigiana che si occupa di costruzioni civili ed industriali nel settore pubblico ed in quello privato. Il punto di forza dell’azienda ancora oggi è l’unione tra due generazioni con un approccio diverso ma complementare, che determina il giusto equilibrio nell’esecuzione dei lavori.

La XXXXXXX Costruzioni nel corso degli anni, al fine di migliorare le lavorazioni e i servizi offerti si è dotata di attrezzature e macchinari all’avanguardia collocandosi nella fascia medio alta del settore edile.

Tutti i lavori vengono eseguiti sotto il diretto e costante controllo dei soci della XXXXXXX Costruzioni che insieme a dipendenti adeguatamente formati creano un team solido e qualificato.

La sinergica collaborazione con una rete di professionisti consente all’azienda di soddisfare le esigenze di aziende pubbliche e private che necessitano di un partner competente ed affidabile.

L’azienda è specializzata principalmente nei lavori di sbancamento, realizzazione di strade, acquedotti, fognature, gasdotti, canalizzazioni di impianti. Proprio in questo ambito l’azienda ormai da diversi anni ha dato l’avvio ad un’innovazione nel processo ed in particolare nei lavori di sbancamento.

In riferimento all’edilizia civile ed alle soluzioni tecnologiche maggiormente diffuse, il processo produttivo ad oggi utilizzato è caratterizzato dalla suddivisione in fasi lavorative quali:

  • Tracciamento
  • Splateamento
  • Trasporto del materiale a discarica e stoccaggio in sito
  • Realizzazione rampe e scarpate
  • Scavo su trincea
  • Getto della trincea con magrone
  • Drenaggio e reinterro del muro di contenimento.

Suddette fasi sono suddivise in sottofasi: quelle relative agli scavi possono essere eseguiti meccanicamente o a mano e si riferiscono a:

  • Scavi con sbancamento e splateamento per nuove costruzioni;
  • Scavi in trincea per la posa di tubazioni e/o sottoservizi in genere.

La tecnica maggiormente impiegata per eseguire interventi di sbancamento e/o splateamento oppure di scavi a sezione ristretta (trincea) di consistenti dimensioni, è quella che prevede l’utilizzo di mezzi meccanici in quanto economicamente più vantaggiosa.  Le macchine maggiormente utilizzate in questa fase e presenti ad oggi in commercio sono le seguenti e distinte in categorie:

  • caricatori gommati o pale cingolate;
  • escavatori idraulici – gommati o cingolati;
  • terne;
  • miniescavatori;
  • macchine per trasporto (dumper e autocarri).

Il settore edile, si trova oggi a dover affrontare una serie di sfide, che potremmo così sintetizzare:

- ridotta domanda da parte di edilizia e costruzioni;

- necessità di investimenti iniziali importanti in infrastrutture, impianti e macchine;

- iter autorizzativi e burocratici farraginosi da parte della P.A. relativamente a  inizio attività e rinnovi;

- esercizio arduo a causa di vincoli ed imposizioni di varia natura.

L’innovazione, ed in particolare quella di processo, può essere un’efficace via da percorrere per contribuire a risolvere le problematiche sopracitate.

È evidente la necessità di ricercare e trovare soluzioni che consentano di migliorare il proprio processo produttivo. Così facendo sarà possibile: essere competitivi attraverso l’innovazione e una nuova migliore organizzazione della produzione; conoscere maggiormente il proprio margine di guadagno e   tenere sotto controllo i costi puntando anche ad un contenimento delle spese e degli sprechi in termini di investimento di materiali, attrezzature e risorse umane.

Una di queste soluzioni è indubbiamente rappresentata dalle automazioni dei processi nell’ambito dello scavo, settore in cui l’azienda è attiva da parecchi anni e si è pertanto specializzata.

L’obiettivo dell’automazione è principalmente ridurre i costi, permettere il risparmio energetico e semplificare la gestione, aumentando al tempo stesso la sicurezza.

Per questi motivi l’azienda, volendo puntare sull’innovazione, si è dotata nel tempo di macchinari e attrezzature che consentono il controllo anche a distanza delle fasi di lavorazione e dei tempi di realizzazione. Così facendo è possibile avere il pieno controllo dei tempi dei mezzi oltre che dei metodi di lavorazione.

L’azienda nel tempo (a partire dall’anno 2018) si è dotata di nuove attrezzature che hanno migliorato le mansioni lavorative e la sicurezza degli operatori. Nello specifico sono stati acquistati le seguenti attrezzature:

-----------          Trapano UD30230V

-----------          Demolitore HB180

-----------          Demolitore HB350

-----------         Laser Topcon LS-B110

Quest’ultimo dispositivo permette il controllo del livellamento su display da remoto. Permettono il controllo dei livelli in cantiere e grazie alla capacità automatica, consente di controllare macchine come dozer, ruspe, escavatori, terne e casserature. Interfacciandosi con centraline può controllare i mezzi movimento terra e può anche essere utilizzate in modalità "automatica" per verificare e tenere sotto controllo la quota e/o la pendenza del bordo e quindi ottenere un migliore svolgimento del processo produttivo.  Inoltre, è dotato di un sensore laser con display remoto wireless e questo permette all’azienda, attraverso i suoi operatori, di gestire macchine di grandi dimensioni. Nei casi di utilizzo di grossi macchinari, infatti, il sensore montato a terra potrebbe posizionarsi fuori visuale. Il dispositivo (sensore) invece è in grado di inviare le informazioni ad un display remoto in cabina e questo permette all'operatore di concentrarsi sulle informazioni di livellamento e non sul sensore stesso. Tutto questo migliora notevolmente sia le fasi di lavoro sia la sicurezza degli operatori.

L’azienda nell’Anno 2019, si è dotata di ulteriori attrezzature di controllo.

-----------          TE 30-ATC/AVR martello scalpellatore

-----------          Laser di grado Spectra Precision GL422N con ricevitore laser HL760

In modo particolare questa attrezzatura (livello laser) ha una caratteristica specifica, essenziale per migliorare l’attività lavorativa quotidiana in quanto consente la doppia pendenza in modalità automatica fino al 15%. Tale caratteristica è fondamentale per rilevare le quote in applicazioni svolte dalla nostra azienda come livellamenti, strade e sbancamenti. Dopo aver inserito le pendenze di progetto, il livello indica le quote da rispettare in ogni punto del cantiere e questo semplifica e velocizza le lavorazioni. Per ottenere un maggiore controllo ed una riduzione degli errori, il laser è stato combinato con un ricevitore “laserometro” a lettura digitale mod. HL760. Questo dispositivo migliora le funzionalità dell’attrezzatura stessa ed aumenta i vantaggi di utilizzo da parte per l’operatore in quanto:

  • consente di non andare necessariamente “a livello” per misurare;
  • determina un considerevole risparmio di tempo;
  • riduce le rilavorazioni, consentendo il monitoraggio remoto;
  • aumenta affidabilità, precisione e durata.

L’azienda nell’anno 2020, come detto in precedenza ha iniziato ad investire anche nel controllo dei mezzi  e per questo ha realizzato i seguenti investimenti in macchinari / attrezzature:

-----------     ESCAVATORE CINGOLATI CX Serie D CX210D

-----------     Miniescavatore Bobcat E20

-----------     Minipala cingolata Bobcat T770HJ

Con l’acquisto dell’escavatore cingolato CX210D, l’azienda si è voluta dotare, di un mezzo (macchinario) che permettesse di attuare controlli sia in cantiere sia delle fasi di lavorazione.

Il mezzo è stato scelto oltre alla elevata affidabilità, per alta qualità per la precisione e per la elevata versatilità che permette cicli rapidi di lavorazione aumentando di conseguenza la produttività. oltre a garantire un’efficienza superiore con grandi prestazioni a basso consumo di carburante, ed emissioni contenute, i motori “case” presentano un valore aggiunto: sono conformi alla normativa Eu stage iv/ Tier 4 final.

Ulteriore aspetto altrettanto fondamentale è la cabina dell’operatore comoda e sicura con dotazioni tecnologiche eccellenti: monitor LED a colori da 7” (178 mm), connettività Bluetooth, struttura rinforzata e conforme ai requisiti ROPS e FOPS, con protezione standard della testa certificata FOPS Livello 2. La macchina è inoltre dotata di un sistema di controllo telematico CASE SiteWatch. Tale sistema utilizza un dispositivo di controllo ad alta tecnologia montato su ciascuna macchina per raccogliere e confrontare i dati inviati dalla macchina e da satelliti GPS. I dati vengono quindi inviati via etere tramite la rete di comunicazione mobile al portale web CASE SiteWatch e questo permette il controllo centralizzato del parco macchine. La caratteristica più importante è che consente la misurazione, l’ottimizzazione effettiva e la disponibilità delle proprie risorse. In sostanza tutto il sistema:

  • Permette di eliminare le “unità fantasma”: SiteWatch consente di individuare le unità di riserva o le unità sottoutilizzate in ciascun cantiere.
  • rende possibile riassegnare le unità in modo da ottimizzare l’utilizzo della flotta.
  • Consente la pianificazione della manutenzione che risulta più semplice gestire in quanto si hanno sempre a disposizione le ore di lavoro effettive.

Inoltre, tale sistema permette di monitorare e abbattere i costi di esercizio complessivi potendo svolgere le seguenti funzioni:

  • confronta il consumo di carburante dei diversi tipi di macchine in modo da scegliere l’utilizzo della macchina  più conveniente e meno dispendiosa.
  • consente un risparmio sui costi di trasporto perché è possibile pianificare e raggruppando gli interventi di manutenzione ordinaria.
  • Verifica i tempi di operatività che vengono ottimizzati e consentono una riduzione dei costi per le riparazioni: con la manutenzione preventiva si può ad esempio capire  se il motore necessita di manutenzione ed evitare quindi che si manifestino guasti improvvisi.

È possibile anche programmare il sistema in modo da monitorare l’utilizzo delle macchine: è possibile verificare se sono utilizzate al fuori degli orari previsti (ad esempio durante i fine settimana oppure nelle ore   notturne).

Inoltre, le macchine sono dotate di sistema di geolocalizzazione e questo consente di prevenire, ridurre al minimo o addirittura annullare le probabilità di furto dei mezzi.

Il sistema permette anche di definire un “recinto virtuale consentito (perimetro del territorio)” dove il parco può spostarsi liberamente: nel caso in cui tale vincolo venga violato l’azienda sarà avvertita via e-mail.

Attraverso l’attivazione di questo sistema di controllo aziendale è possibile per l’azienda: pianificare i risultati economici, verificare i risultati ottenuti, definire delle strategie di azione, assegnare le risorse alle specifiche aree organizzative, motivare il personale, definire i prezzi di vendita e gli standard di costo con maggiora precisione.

A differenza di quel che si può pensare, la semplicità è la parola d’ordine dei sistemi d’automazione, che hanno infatti una grafica intuitiva e garantiscono operazioni guidate, regolazioni automatiche e informazioni chiare.

L’automazione inoltre permette il controllo da remoto che a sua volta permette di raccogliere e analizzare informazioni fondamentali quali: energia consumata, tempi di lavoro, manutenzioni, sprechi, inefficienze, fermi impianto, non conformità e quantitativi di produzione. Il sistema elabora dei semplici e comprensibili report dettagliati, visualizzabili in ogni momento e in qualsiasi luogo tramite internet.

A partire da questo stato di necessità l’implementazione di tecniche di scavo di nuova concezione può indurre progressivi miglioramenti con benefici tangibili anche in termini di maggiore redditività delle lavorazioni. Tale risultato è realizzabile solo attraverso: la piena consapevolezza delle scelte compiute e da compiersi;  da  una spinta costante rivolta  alla ricerca e all’innovazione.

In questi ultimi anni si stanno rendendo sempre più disponibili, nonché trasferibili in cantiere, pratiche lavorative che rivoluzionano il modo di operare. Grazie all’automazione si possono allineare le produzioni alle specifiche richieste del momento con risparmi considerevoli.

L’ottimizzazione dei processi produttivi si traduce in vantaggi immediati, così come l’adozione di macchinari e sistemi innovativi, nella piena consapevolezza che il progresso passa inevitabilmente per gli stimoli e le dinamiche poste dal cambiamento.

L’obiettivo futuro dell’azione prevede tre direttive ben definite:

  • Integrazione dei dati di Cantiere;
  • Risparmio energetico;

Maggiore sicurezza per i lavoratori.

 

*** Nota per alcune aziende è necessario mantenere i vincoli di riservatezza per questo non vengono pubblicati i nominativi!