Via Parma 16 - 63100, Ascoli Piceno +393473353773 Orario Ufficio; 9.00 - 18.00

Azienda XXXXXXX_2

Project Information

  • Project Date: 24 May, 2021
  • Categories: Investment, Trading, Startup Tecnologica, Brevetti IT, PCT; Marchio
  • Skills: Business Planning, Capitalizzazione Brevetti, New Company,
  • Budgets: 330.000,00 Fondo Perduto: 147.570,00 €
  • Finanziamenti Ottenuti: POR FESR 2014 - 2020 2014/2020 - 4.1 Sostegno alla creazione e al consolidamento di start-up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alle iniziative di spin off della ricerca TITOLO BANDO: INGEGNERIZZAZIONE, INDUSTRIALIZZAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA E VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELL’INNOVAZIONE

Azienda XXXXXXX_2

Il trend sempre più preoccupante relativo alle morti sul lavoro (con crescita ormai che naviga sul +2% annuo) richiede delle soluzioni innovative e di sicurezza attiva, non solamente di nuove regole, oltreché di statistiche certe per rafforzare la comprensione del fenomeno.

In tal senso, XXXXXXXXX, start-up innovativa operante nel settore della progettazione ed ingegnerizzazione di soluzione hardware e software nei settori dell’educazione (http://www.XXXXXXXXX.it/?page_id=2147), della sicurezza (http://www.XXXXXXXXX.it/?page_id=27) e della digitalizzazione della cultura, ha sviluppato una tecnologia per il monitoraggio / registrazione e individuazione dei DPI (Dispositivi di protezione individuale), il posizionamento degli operatori all’interno dei posti di lavoro e l’invio in real-time da parte del  software di controllo per situazioni di pericolo come ad esempio la caduta. Il progetto ICSSS (Intelligent construction site safety and security) nasce dall'esigenza di garantire sicurezza e tutela della salute dell'individuo all’interno dei cantieri predisponendo un sistema tecnologico che possa intervenire immediatamente nella fase della prevenzione attiva e nell’intervento immediato.

Fornisce:

  1. monitoraggio costante sull'utilizzo dei DPI, che saranno muniti di TAG RFID (ovvero tecnologia per l'identificazione e/o memorizzazione automatica e geolocalizzata di informazioni inerenti ad oggetti, uomini e animali), ed una gestione automatica di determinate situazioni e allarmi (mancanza di DPI adeguati) con conseguente comunicazione a distanza con il responsabile della sicurezza.
  2. localizzazione costante degli operatori/personale all'interno del cantiere/struttura tramite tecnologie radio/wifi/GPS
  3. allarme immediato inviato mediante sms/chiamate al verificarsi di determinati incidenti/cedimenti/ecc e mancato rispetto nell’uso di equipaggiamento di sicurezza.
  4. segnalare un’emergenza in tempo reale (incendio, fuga di gas, ecc), indicandone l’ubicazione e la natura e di conseguenza applicare le opportune misure di sgombero delle aree interessate.

Con queste premesse, si colloca per sua natura prevalentemente nel settore delle costruzioni, tristemente noto per gli elevati livelli di rischio a cui i lavoratori sono esposti, come d’altronde ad altri luoghi di lavoro, pubblici e privati che per specifica normativa sono soggetti al controllo dei Vigili del Fuoco. È bene ricordare che l'utilizzo dei DPI nei cantieri è obbligatorio e regolamentato dal D.Lgs 81/08 (Art 74: definizione dei Dpi; Art 75: obbligo di uso; Art 76: requisiti dei DPI.), la cui entrata in vigore va ad abrogare il precedente D.lgs. 626/94. La legge individua nel datore di lavoro il responsabile della sicurezza e della scelta dei DPI: esso deve provvedere che i DPI siano utilizzabili soltanto per gli usi previsti, destinare ogni DPI ad un uso personale, informare preliminarmente il lavoratore dei rischi dai quali il DPI lo protegge, rendere disponibile nell'unità produttiva informazioni adeguate su ogni DPI, assicurare una formazione adeguata e organizza, se necessario, uno specifico addestramento circa l'uso corretto e l'utilizzo pratico dei DPI.

Tale progetto fa riferimento all’uso di due brevetti:

  • Brevetto MC2011A000050 a nome XXXXXXX
    Si riferisce ad un sistema di controllo e monitoraggio rivolto all’individuo (operatore all’interno di un ambiente di lavoro).
    Attraverso tag/Rfid e rilevatori è possibile rilevare e monitorare per ciascun individuo: la sua postura (eretta o sdraiata; “cosciente” o “svenuto”), l’accelerazione subita dal corpo di ciascun individuo (indicativa di un urto o caduta), la presenza o meno dei dispositivi di protezione individuale.
  • Brevetto PCT/IB2017/055531 XXXXXX
    Si riferisce ad un sistema di controllo e monitoraggio rivolto all’individuo ed all’ambiente in cui esso opera.
    controlla e monitora accessi e relativo numero in un certo ambiente lavorativo;
    monitora in tempo reale la presenza ed i movimenti all’interno dell’ambiente di lavoro degli accessi consentiti;
    individua e localizza la tipologia di emergenza nell’ambiente monitorato (rilevazione situazioni di pericolo ed emergenza);
    individua la priorità di locali da sgomberare;
    indica il percorso di evacuazione ottimale da seguire;
    monitora in tempo reale l’avanzamento dell’evacuazione e, se serve, aggiorna il percorso.
    A tali scopi, il sistema brevettato si serve di tag e lettori, varchi d’ingresso principali (nell’area/ambiente lavorativo) e/o secondari (aperti o chiusi opportunamente nel corso di una eventuale evacuazione), sensori ambientali, moduli di geo-localizzazione, segnalatori visivi/acustici ecc.

La tecnologia così descritta No. MC2011A/50 è parte di un brevetto in Italia chiamato “SISTEMA DI SICUREZZA PER LAVORATORI” no. 1407898 (concesso su domanda No. XXXXXX a nome XXXXXXXXXXX - VII annualità - ns. rif.: CB/mm/jb). Essa è stata finanziata nell’anno 2011 con APQ ricerca e innovazione mediante Fondi CIPE: da tale finanziamento è stato possibile sviluppare l’intero sistema prototipale funzionante che necessita, però, un profondo studio di go to market e efficientamento ai sensi dei nuovi sviluppi tecnologici. Il brevetto, a seguito dello sviluppo di XXXXXXX, è stato acquisito interamente da XXXXXXXXX (su cui è confluita XXXXX), che perciò ne detiene i diritti di sfruttamento. Attualmente, l’azienda è in fase di rinnovamento del dispositivo, dopo vari test, ma ha bisogno di rendere lo stesso più piccolo, adeguato alle tecnologie attuali, in modo anche da affinare il modello di marketing e di vendita del prodotto, arrivando ad un completo TRL9 (Technology readiness level 9).

Attualmente, rimane l’unica tecnologia esistente in Italia che è brevettata dal Ministero e che è dotata di accelerometro, in modo da definire in maniera puntuale il tipo di danno riportato, la caduta e la posizione, e la chiamata automatica al pronto soccorso, nel caso di incidente su posto di lavoro.

Le attività economiche di nostro interesse, ossia quelle nelle quali è prevedibile che vengano utilizzati i vari DPI, perché inglobano categorie lavorative in cui si è esposti a diversi gradi di rischio (meccanici, tagli, inalazione di sostanze nocive), sono i settori facenti riferimento all'INDUSTRIA, ossia contraddistinti dalla lettera B (Estrazione di minerali da cave e miniere), C (Attività manifatturiere), D (Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata), E (Fornitura di acqua: reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento), F (Costruzioni), le cui rispettive divisioni sono:

B.05 Estrazione di carbone (esclusa torba)

B.06 Estrazione di petrolio greggio e di gas naturale

B.07 Estrazione di minerali metalliferi

B.08 Altre attività di estrazione di minerali da cave e miniere

B.09 Attività dei servizi di supporto all'estrazione

C.10    Industrie alimentari

C.11    Industria delle bevande

C.12    Industria del tabacco

C.13    Industrie tessili

C.14    Confezione di articoli di abbigliamento; confezione di articoli in pelle e pelliccia

C.15    Fabbricazione di articoli in pelle e simili

C.16    Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio

C.17    Fabbricazione di carta e di prodotti di carta

C.18    Stampa e riproduzione di supporti registrati

C.19    Fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio

C.20    Fabbricazione di prodotti chimici

C.21    Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici

C.22    Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche

C.23    Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi

C.24    Metallurgia

C.25    Fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature)

C.26    Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi

C.27    Fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche

C.28    Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature n.c.a.

C.29    Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi

C.30    Fabbricazione di altri mezzi di trasporto

C.31    Fabbricazione di mobili

C.32    Altre industrie manifatturiere

C.33    Riparazione, manutenzione ed installazione di macchine ed apparecchiature

D.35    Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

E.36 Raccolta, trattamento e fornitura di acqua

E.37 Gestione delle reti fognarie

E.38 Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali

E.39 Attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti

F.41 Costruzione di edifici

F.42 Ingegneria civile

F.43 Lavori di costruzione specializzati

Il brevetto è usato ai fini aziendali mediante azioni di:

  • vendita del sistema per aziende di grandi dimensioni;
  • comodato d’uso;

affitto del sistema per il periodo coincidente al cantiere/sistema di costruzione.

*** Nota per alcune aziende è necessario mantenere i vincoli di riservatezza per questo non vengono pubblicati i nominativi!